Comunicato

L’assemblea annuale dell’ANPI di Chieri, svoltasi il 15 febbraio 2020, esprime rammarico per la volontà di apporre una lapide intitolata a Norma Cossetto nel Parco della Rimembranza .

Non si negano gli aspetti delle vicende umane, è necessario privilegiare la memoria fatta di conoscenza e riflessione. Ci sono tanti studi e pubblicazioni che permettono di non cedere alle passioni e alle emozioni – seppur giustificate – e dare rigorosamente la parola alla storia. L’ANPI partecipa alla commemorazione del “Giorno del Ricordo” ma condanna la strumentalizzazione delle vittime.

La ricorrenza annuale della Giorno del ricordo dovrebbe assumere un significato più consono al carattere assegnatogli dalla legge istitutiva, di celebrazione civile volta alla conservazione e al rinnovamento della memoria delle vicende della guerra e del dopoguerra nell’area giuliano-dalmata.

L’assemblea manifesta preoccupazione per l’aumento di aggressioni e violenze fisiche o verbali nei confronti di  migranti, ebrei, sessismi  o di diversa scelta politica. Una recente indagine rivela il negazionismo da parte della popolazione sulla Shoah, per contro i fatti degli ultimi giorni raccontano una minacciosa caccia agli ebrei. L’emergenza culturale impone a tutti gli antifascisti un impegno maggiore, superare la rassegnazione e l’indifferenza attraverso la partecipazione e mobilitazione per riaffermare i principi costituzionali.

 

15 febbraio 2020

Assemblea ANPI

Sezione Ercole Chiolerio -Chieri

Comments are closed.